L'acqua torna su dal lavandino della cucina? Ecco il segreto per risolvere!

L'acqua torna su dal lavandino della cucina? Ecco il segreto per risolvere!

3 trucchi per dire addio all’acqua che risale dal lavandino della cucina.

Se l’acqua torna su dal lavandino della tua cucina e crea uno sgradevolissimo stagno casalingo, forse è giunto il momento di chiamare un pronto intervento idraulico a Torino, Milano o in qualsiasi altra città d’Italia in cui ti trovi.

Tante persone tentano di cimentarsi in lavori di questo genere per evitare di spendere dei soldi chiamando un professionista. Ma sarà davvero la cosa migliore da fare?

Dipende.

Vi sono situazioni in cui la causa scatenante di un problema come quello dell’acqua che non scende dal lavandino è più lieve ed altre in cui l’unica figura in grado di risolvere l’ostruzione è proprio l’idraulico.

Andiamo dunque a vedere quali sono le 3 opzioni che hai per tentare dire addio al lavandino otturato con acqua stagnante prima di far intervenire un idraulico a Roma, Bologna o nel resto d’Italia.

1) L’acqua non scende dal lavandino nemmeno se la preghi: metti mano alla classica ventosa e spera che torni a defluire.

scarico lavandino otturato nel muro

Quando l’acqua torna su dal lavandino della tua cucina o del lavabo che hai in balcone, il problema è sempre un’ostruzione causata da parti solide che si accumulano nei tubi di scarico e/o da curve di deflusso costruite in malo modo.

Prevenire è meglio che curare, lo sappiamo tutti, ma quando ti ritrovi un acquitrino in casa è il momento di rimboccarsi le maniche o, per chi non può nemmeno provarci, di contattarci per un pronto intervento idraulico a Milano o in qualsiasi altro comune italiano.

Talvolta però il problema è di lieve entità e il primo tentativo che hai per liberare lo scarico è metter mano all’apposita ventosa di gomma. Facendo aderire in modo omogeneo i suoi bordi al fondo del lavandino, esercita una pressione adeguata e poi tira su in maniera graduale ma decisa.

Ripeti l’operazione più e più volte di seguito e bada bene al gorgoglio del lavandino cucina. Se il lavandino fa “glu glu” potrebbe essere segno che sei riuscito/a a smuovere l’ostruzione ma se l’acqua non defluisce, puoi passare al prossimo tentativo.

Leggi anche: I 5 motivi tipici dello scarico intasato nel muro

2) Acqua lavastoviglie risale dal lavandino e non scende più? Prova con la chimica.

Il lavandino otturato con acqua stagnante è senza dubbio uno dei peggiori disagi che puoi avere all’interno della tua cucina, soprattutto se capita nei momenti più sbagliati, come durante la preparazione di una cena importante!

Delle volte può succedere che l’acqua di scarico della lavastoviglie porti con sé residui di cibo e grasso che si depositano pian piano nei tubi, fino a quando non divengono un vero e proprio intoppo per il deflusso, dando vita ad una sgradevole piscina.

A seconda dell’altezza in cui essi restano incastrati, non avrai modo di ottemperare semplicemente rimuovendo il sifone per pulirlo (oltretutto pieno d’acqua). Può capitare infatti che lo scarico del lavandino sia otturato nel muro.

acqua risale dal lavandino cucina

In tal caso la soluzione che hai è quella di utilizzare degli elementi chimici che rimuovano l’ingombro, come quelli qui di seguito:

  • Bicarbonato e aceto
    Libera il lavandino dall’acqua con un recipiente, metti il bicarbonato nella bocchetta di scarico e poi versaci sopra una tazza di aceto.
  • Soda caustica
    Dopo aver vuotato il lavabo con un contenitore e indossato i guanti, versa la soda caustica direttamente nello scarico e lascia agire per qualche minuto, dopo di che fai defluire dell’acqua calda.
  • Disgorgante gel
    Un prodotto utile da utilizzare senza dover svuotare il lavandino dall’acqua stagnante. In commercio ne esistono tanti ma dovresti fare attenzione al materiale di cui sono fatti i tuoi tubi di scarico, poiché alcuni disgorganti sono corrosivi per la plastica.

Se nulla ha funzionato, hai ancora una chance di cavartela da solo/a. Andiamo subito a vedere di che si tratta!

3) Lavandino otturato con acqua stagnante: liberalo con una sonda.

Abbiamo visto nei due paragrafi precedenti in che modo puoi tentare di disostruire lo scarico del tuo lavandino di cucina prima di dover contattare un pronto intervento idraulico a Roma, Bologna o in qualunque altra città ti trovi (ebbene sì, il nostro team è operativo su tutto il territorio nazionale).

Se nessuno dei due metodi ha funzionato, puoi fare un ultimo tentativo, qualora tu la possegga, con una sonda. In questo modo potresti riuscire a smembrare l’ostruzione e, forse, a farla defluire via, così da liberare lo scarico.

Il problema però è che le sonde classiche sono studiate per far passare i cavi all’interno dei tubi dell’impianto elettrico e non per liberare i tubi dell’acqua, perciò la loro efficacia potrebbe non pervenire in questo caso.

Un buon idraulico a Milano, Torino o in qualsiasi altro comune tu viva, può invece intervenire con strumenti professionali, come ad esempio una sonda idraulica.

È forse giunto il momento di gettare la spugna e contattarci subito. Ecco perché!

Leggi anche: Rifare impianto idraulico: costi, modalità e certificazioni

Idroboss opera in tutti i comuni italiani in tempi rapidi e a costi contenuti.

La nostra azienda Idroboss opera su tutto il territorio nazionale e per farlo si avvale esclusivamente di operatori esperti del settore, in modo da offrire un servizio efficiente, rapido e a quotazioni concorrenziali per qualunque impianto idraulico.

Oltre al pronto intervento idraulico a Bologna, Milano e via dicendo, hai la possibilità di contattarci anche per un servizio di autospurgo a Roma o ovunque tu desideri.

Insomma, che si tratti dell’acqua che torna su dal lavandino cucina, che debba costruire un nuovo impianto idraulico certificato o modificarne uno preesistente, puoi contare su di noi.

Contattaci subito per spiegarci le tue esigenze, così da fissare un sopralluogo e risolvere il tuo problema o ottenere un preventivo.

    in
  • Idronews